COMMENTI (SBOBINATI) AI VANGELI FESTIVI

I Domenica di Avvento

Vangelo: Lc. 21,5 - 19

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del Tempio e delle belle pietre e dei doni votivi che lo adornavano, Gesù disse: "Verranno giorni in cui, di tutto quello che ammirate, non resterà pietra su pietra che non venga distrutta". Gli domandarono: "Maestro, quando accadrà questo e quale sarà il segno che ciò sta per compiersi?".

Rispose: "Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il Mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo". Non seguiteli. Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine". Poi disse loro: "Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo. Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del Mio nome. Questo vi darà occasione di rendere testimonianza. Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; Io vi darò lingua e sapienza a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere; sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; sarete odiati da tutti per causa del Mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime".

Gesù è Dio che salva. Gesù è il Figlio di Dio.

Gesù è Colui che insegna lo spirito della Legge; Legge che Lui dice è fatta per l'uomo, e non l'uomo per la Legge.

Quando Lui dice: "Nel nome Mio, per causa del Mio nome...", conferma che coloro che Lo ascoltano e Lo seguono completamente, potranno trovarsi di fronte a degli imprevisti. Imprevisti che Lui ci insegna a prevedere.

Gesù è una Persona onesta, non promette cose belle e poi "manda" cose brutte... Lui ci avvisa: "Se voi veramente credete nel Mio nome, se volete seguire fedelmente le Mie Parole, vi troverete di fronte a delle autentiche persecuzioni".

"A causa del Mio nome vi perseguiteranno, vi consegneranno alle assemblee, alle sinagoghe, alle autorità religiose; vi metteranno in prigione; verrete consegnati alla forza pubblica, sarete portati in giudizio, in tribunale, davanti a re e governatori...".

Gesù ci dice questo affinché noi non ci si scandalizzi e ci si "prepari". Si dice che: "Saetta prevista viene più lenta"!

Se seguiamo veramente e fedelmente Gesù, dobbiamo tenere presente tutte queste eventualità! La storia stessa ci insegna che chi vuol essere veramente cristiano può trovarsi di fronte a tutte queste possibilità!

Analizziamo come esempio un fatto che sta accadendo ora nell'Islam: Robert Hussein, 44 anni, uomo d'affari, rischia la pena capitale (decapitazione con scimitarra). Il 9 giugno scorso, un tribunale islamico lo ha accusato di essersi convertito al cristianesimo. infatti per la "saharia" (la legge islamica) un musulmano che abbandona la fede di Maometto viene automaticamente dichiarato un apostata, cioè un uomo morto. I fondamentalisti islamici gli stanno dando la "caccia" per eseguire la pena di morte decretata dai religiosi. Sua moglie è stata sequestrata, stuprata e costretta dalla famiglia ad abbandonarlo e a divorziare. I suoi due figli, una bambina di sei anni e un bimbo di quattro, non possono più vederlo. La sua casa è stata saccheggiata, i suoi affari sono andati in rovina, e inoltre è stato privato del passaporto e di tutti i diritti civili. Questa è la realtà, anche se loro, i musulmani, qui da noi, vogliono la moschea e tutti i diritti civili e religiosi. Basterebbe che il nostro Presidente della Repubblica, che si dichiara cattolico, dicesse a questa gente: "Se pretendete da noi dei diritti, date gli stessi diritti anche a noi nei vostri Paesi!".

Noi, in nome della carità cristiana diamo loro anche delle offerte, ma loro non usano la carità cristiana! Noi cerchiamo di mettere in pratica gli insegnamenti di Gesù (ben diversi da quelli del Corano), loro invece mettono in "galera" chi si converte al cristianesimo.

"Perseguitati...". Durante il Regime sovietico, durato settantaquattro anni, sono stati uccisi 345 Vescovi, 60.000 preti ortodossi e 500.000 altre vittime sono finite ai lavori forzati. Questi dati, sono ufficiali perché comunicati durante una conferenza stampa a Mosca da Jacop Lev, presidente della Commissione istituita dal Capo dello Stato, Boris Eltsin, per la riabilitazione delle vittime delle repressioni politiche (che poi sono state anche religiose). Jacop Lev non è un personaggio qualsiasi; in passato è stato membro del comitato centrale del disciolto "FUS"; fu poi il massimo consigliere di Michail Gorbaciov, che noi abbiamo ricevuto a Milano e di cui conosciamo gli eventi. Queste cifre sono reali, quindi ci danno un'idea ben precisa di cosa hanno incontrato i cristiani, sia ortodossi che cattolici...

Lev: "Lo stato reale delle cose era spesso agghiacciante. I sacerdoti, i monaci, venivano crocifissi alle porte delle chiese; venivano fucilati e impiccati; venivano immersi nell'acqua in pieno inverno e trasformati in statue di ghiaccio. All'inizio degli anni '20, con la scusa dell'aiuto alle vittime della fame nella Regione del Volga, furono requisiti i valori e i preziosi delle Chiese per 2 miliardi e mezzo di rubli. Che il comunismo fosse anche questo: arresti, fucilazioni in massa, persecuzioni lager... sembra da molti dimenticato. Se si dovesse chiedere "perdono", c'è tanta gente che deve chiedere perdono ai cattolici, e... non solo i cattolici a loro!".

Gesù dice: "A causa del Mio nome, di quello che sono, Dio che salva, Figlio di Dio che insegna lo Spirito della Legge che è fatta per l'uomo e non l'uomo per la Legge, sarete traditi dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici...".

Tradimento! Tanti cristiani di quell'epoca, nella stessa Russia, non hanno avuto il coraggio di resistere e si sono piegati: sono diventati collaborazionisti. Si sono adeguati al potere; hanno tradito (anche Vescovi, Pope...) non solo la religione ma anche i fratelli, la propria famiglia, gli amici.

Il Signore ci preannunzia questi tradimenti proprio perchè noi non ci si scandalizzi e non ci si deprima.

"A causa del Mio nome..." Bisogna aspettarsi di essere traditi anche dagli amici, anche dai colleghi... e l'atteggiamento che dobbiamo assumere è quello di colui che sa che questo può capitare, ma non ci deve allontanare da Gesù perché Lui è la "parte" più importante.

Al di sopra di quelle che possono essere le lotte sociali, politiche e religiose ci sono delle "potenze" molto più grandi (lo dice S. Paolo). Potenze che sono nei Cieli: per esempio la potenza di Satana che lotta contro la potenza degli Angeli.

Quante cose abbiamo visto nella nostra piccola e breve vita! E quante cose sono avvenute nella storia della Chiesa!

Lo stesso Simon Pietro, poverino, preso dall'eccitazione ha detto: "Io non Lo conosco!" Ecco il tradimento di un amico, e Gesù lo sapeva in anticipo, glielo aveva anche preannunziato: "Non presumere troppo da te stesso perché...".

Mazzolari (ne cito solo alcuni) è stato tradito anche lui! E da chi?

Milani, tradito anche lui! E da chi?

Mons. Romero, venuto a Roma appositamente per parlare della situazione della sua Diocesi, dove i pochi che avevano tanti soldi tenevano schiacciate le popolazioni in miseria: non è stato ricevuto. Dopo un mese lo hanno ucciso in Chiesa (proprio coloro che avevano in mano i capitali). Romero non è stato ricevuto da "quella" Roma che invece ha ricevuto con tutti gli onori Fidelcastro. Tradimento! Errore! Che cosa dobbiamo dire?... Chiunque può sbagliare!

Può sbagliare chi è in alto, può sbagliare chi è in basso...: Gesù ce lo ha detto, quindi non va "buttato" niente a mare, anzi, più un nostro fratello, o più noi stessi sbagliamo, più dobbiamo attaccarci a Lui riconoscendo la nostra debolezza e, a volte, la nostra non intelligenza (anche se alcuni si credono intelligenti!).

Dobbiamo rientrare in noi stessi e non lasciarci prendere da una specie di facile autoaccusa, facile soprattutto ai nostri giorni.

E' vero, nella storia della Chiesa ci sono state delle colpe, ci sono stati dei tradimenti..., ma ci sono state anche delle cose bellissime. C'è stata una Chiesa che è andata avanti, che ha portato la civiltà.

Gli episodi isolati non ci devono frenare o fermare. Non dobbiamo perdere tempo ad accusare questo o quell'altro, ma non dobbiamo neanche "chiudere" gli occhi, o soprattutto farceli "chiudere".

Un intellettuale famoso, Leon Moulin, docente di storia e di sociologia all'Università di Bruxelles per mezzo secolo, dice: "Date retta a me vecchio incredulo. Il capolavoro della propaganda anticristiana è l'essere riusciti a creare nei cristiani cattolici una cattiva coscienza; ad instillare in loro l'imbarazzo, se non addirittura la vergogna della loro storia. A furia di insistere, dalla riforma ad oggi, ce l'hanno fatta a convincervi, voi cristiani cattolici, di essere i responsabili di tutti, o quasi, i mali del mondo. Vi hanno paralizzati nell'autocritica masochista per neutralizzare la critica di ciò che ha preso il vostro posto: femministe, terzomondialisti, pacifisti, contestatori, scontenti di ogni risma, scienziati, umanisti, filosofi, animalisti, moralisti, laici antimafiosi dell'ultima ora... Da tutti vi siete lasciati presentare il conto, spesso truccato, senza quasi discutere. Non c'è problema, errore, sofferenza nella storia che non vi siano stati addebitati, e voi così spesso ignoranti del vostro passato (ha ragione: non si conosce la storia. Invece noi cristiani dovremmo conoscere la vera storia, e non quella scritta dai marxisti sui nostri libri) avete finito per crederci, magari per dar loro manforte. Invece io, agnostico ma storico, che cerco di essere oggettivo, vi dico che dovete reagire in nome della verità. Spesso infatti non è vero, e se talvolta del vero c'è, è anche vero che in un bilancio di venti secoli di cristianesimo le luci prevalgono di gran lunga sulle ombre. Ma poi, perché non chiedere a vostra volta il conto a chi lo presenta a voi? Da quali pulpiti ascoltate contriti certe prediche? (E accennando poi al medioevo di cui è un profondo studioso) Quella vergognosa menzogna dei secoli bui perché ispirati dalla fede del Vangelo... Perché allora tutto ciò che ci resta di quei tempi è di così fascinosa bellezza e sapienza? Anche nella storia vale la legge di causa ed effetto! Insomma, bisogna che i cattolici conoscano la loro storia per esserne fieri, poiché nessun'altra istituzione è stata ed è così benefica all'umanità".

Queste sono parole di uno storico agnostico e non di un predicatore!

Gesù ci dice: "Vi dico in anticipo le cose che vi possono capitare. Vi dico in anticipo che potrete essere perseguitati, traditi; che vi potrete tradire a vicenda..., ma vi dico anche che Io ho vinto il mondo".

Queste sono le Parole del Signore, quindi noi dobbiamo rinnovare la nostra fede in Lui, nel Suo avvento, nonostante tutto.

La gente è irragionevole, illogica egocentrica; ciò nonostante noi l'ameremo lo stesso.

Se fai del bene ti accuseranno di seguire motivazioni egoistiche nascoste (come fanno la maggioranza dei politici), ma tu ugualmente fai del bene.

Se hai successo vincerai amici falsi e nemici veri; in ogni modo metticela tutta.

Il bene che fai oggi sarà dimenticato domani; fai lo stesso del bene.

L'onestà e la franchezza ti rendono vulnerabile, potresti difenderti con una bella bugia. Tu sii onesto e franco comunque.

Gli uomini più grandi, con le idee più grandi possono essere battuti dagli uomini più piccoli, con le idee più piccole. Tu abbi lo stesso delle grandi idee.

La gente appoggia gli sconfitti ma segue solo i vincenti. Combatti lo stesso, anche per qualche sconfitta preannunziata.

Quello che hai costruito in tanti anni può andare distrutto in una notte. Ma tu costruisci lo stesso.

La gente ha veramente bisogno di aiuto ma può attaccarti se tu l'aiuti. Tu aiutala comunque.

Dai al mondo quanto hai di meglio e riceverai dei calci sulle gengive. Ciò nonostante dai al mondo ciò che hai di meglio perché tu credi in Gesù Cristo Figlio di Dio che ha vinto il mondo.

[ Home | Cosa fa | Chi è | Cosa diceSussidiInterpretiSchola Cantorum ]


http://web.tiscalinet.it/donstefano